S. TERESA

 

Via delle Ville, 347/a

55010 S. Colombano (LU)

 

tel/fax: 0583 927144




  

Suor Angela Maria di Santa Teresa

Marcella Dal Bianco

 

(Campolongo 1937 – San Colombano 2016) 


 

________________________________________

 

 

S. Teresa - S.Colombano (LU) 

 

 

Ieri notte,

 

28 Novembre 2016,  è salita al Cielo 

 

suor Angela Maria

del Monastero S. Teresa di San Colombano, LUCCA

 

Stamani alle 11 è stato celebrato il funerale.

 

Siamo vicini con la preghiera alle sorelle monache

 

 

 



 

“Ebbe questo Monastero assai debol principio nell’anno 1588 nel Castello di Camaiore, luogo del dominio della nobilissima città di Lucca. Il progetto era quello di avere un vero Monastero ma, non ottenendo il necessario beneplacito della Repubblica di Lucca, fu deposto il pensiero di far convento di clausura (stimando di poterlo introdurre a suo tempo) e si venne nella decisione di fondare un luogo laico o Conservatorio di fanciulle povere che, più esposte al pericolo della loro onestà, avessero anche bisogno di maggior aiuto e custodia”. Fu così che il 1 giugno dell’anno di nostra salute 1590 ebbe principio la Congregazione dei Santissimi Nomi di Gesù e Maria. Due nobili matrone, coadiuvate da sei Protettori si presero cura di sei giovani, la prima delle quali aveva nome Caterina Bonnuccelli. A queste si unirono in seguito altre e molte manifestarono ben presto  il desiderio di abbracciare la vita religiosa. Delle prime sei, cinque non si sentirono chiamate a questa vita da claustrali e uscirono. Vi rimase soltanto la suddetta Caterina Bonuccelli alla quale fu affidato l’incarico di Maestra della nascente Congregazione. Governò la casa per trenta anni con singolare prudenza e perfezione. Inizialmente le giovani indossavano un abito secolare semplice, ma dal 1604 fino al 1634 portarono l’abito delle penitenti, una veste di saia bianca con cordone di san Francesco, e si  velarono la testa come le monache.

Con il passare degli anni la Comunità decise di abbandonare il modo di vita delle 

 

penitenti per abbracciare quello di un Ordine Femminile Religioso approvato dalla Chiesa. Chi voleva seguire la Regola di San Domenico, chi quella di Santa Teresa. Per conoscere la volontà di Dio lo supplicarono con molte preghiere e fecero molte penitenze. Infine il Signore manifestò la sua volontà. A Suor Cherubina dell’Agnus Dei apparve la Beata Vergine Maria, Patrona dell’Ordine Carmelitano, nell’atto di imporre l’Abito del Carmelo a Santa Teresa.

 

Con Bolla di Urbano VIII del 21 novembre 1633 la Pia Congregazione fu eretta in Monastero con il titolo di Santa Teresa. Il 14 maggio 1634 le centosedici sorelle professarono la Regola di Alberto Patriarca di Gerusalemme mitigata da Innocenzo IV, novanta cinque come coriste, dieci come converse e sette come oblate di voti semplici. Era Priora la Madre Anna di Gesu’ (Canacci), Sottopriora Suor Cherubina dell’Agnus Dei (Dei Ricchi). Dopo due secoli di fervorosa e generosa dedizione a Dio l’8 giugno 1806 con decreto Baciocchi il Monastero venne soppresso. Le Monache si dispersero: chi tornò in famiglia e chi in un primo momento fu accolta dal Monastero di Santa Chiara a Lucca. Quando anche questo Monastero fu soppresso, le religiose si rifugiarono in una casa a Borgo a Mozzano dove ben presto ripresero  la vita regolare. Nel 1823 alcune giovani di Camaiore, tra le quali Marianna Salvi e Maddalena Giunta, chiesero ed ottennero di abitare nel vecchio Monastero.

 


 

clicca sulle immagini per la slide-show

 

A loro si unirono alcune monache che, all’epoca della soppressione napoleonica, erano rientrate in famiglia. Esse, per vivere più perfettamente secondo lo stile di santa Teresa, chiesero alle Monache di Borgo a Mozzano di inviare due Religiose originarie di Camaiore. Per interessamento di un Chierico della Madre di Dio, con Decreto del 24 agosto ottennero da Gregorio XVI il permesso di emettere la professione solenne secondo le Costituzioni delle Carmelitane Scalze di Santa Teresa in tutto il suo pieno vigore compresa la clausura papale. Ma il Vescovo di Lucca, a cui il S. Padre aveva rimesso l’applicazione del Decreto, non giudicò opportuno che seguissero una regola così austera e  obbligò le religiose ad accettare la Regola mitigata di Eugenio IV.

Il 7 luglio 1866 avvenne una nuova soppressione decretata dal Governo dell’Italia unita. Due anni dopo, il 23 aprile del 1868, le Monache poterono rientrare nel loro Monastero pagandone l’affitto. Poiché il loro più ardente desiderio, che n on era mai venuto meno, era quello di abbracciare la Regola primitiva e le Costituzioni di Santa Teresa, esse insistentemente chiedevano questa grazia. Finalmente, per interessamento del Padre confessore, il domenicano Padre Giacinto Pellegrintetti, il Vescovo di Lucca Nicola Ghilardi dette il sospirato consenso. Perciò il 6 gennaio 1876 diciotto Coriste e sette Converse con 

 

indicibile giubilo rinunciarono solennemente alla regola mitigata e professarono la Riforma di Santa Teresa. Era Priora la Madre Luisa Natalina dell’Immacolata Concezione. Nel 1931, con Decreto della Sacra Congregazione per i Religiosi del 12 Novembre la Comunità passò dalla giurisdizione dell’Ordinario del luogo a quella dell’Ordine, essendo Generale il P. Guglielmo di sant’Alberto.

Nel 1955 con grande dolore della città di Camaiore che le amava tanto, le Monache decisero con sofferenza, di cercare un luogo dove far rifiorire il colombaio teresiano, perché, a causa dei danni subiti durante la prima Guerra Mondiale il monastero era divenuto insalubre. Questo luogo fu trovato a San Colombano. Era la Villa dei Conti Trombi che ben si prestò alla trasformazione in Monastero.

Il trasferimento ebbe luogo in due riprese, il 7 ottobre e il 12 dicembre dell’anno 1955. Era Priora la Madre Teresa Maria di S. Giuseppe. Il 21 giugno 1960 con una solenne celebrazione presieduta dall’Arcivescovo di Lucca Mons. Antonio Torrini, fu ristabilita la clausura e le Religiose ripresero con grande gioia la loro vita di separazione dal mondo e di più intensa preghiera. Tra il 1963 e il 1966 fu portata a termine la costruzione della Chiesa e tra il 1973 e il 1974 si costruì la foresteria.

 

Carmelo di S. Colombano

 

 

 

 

 


SIAMO QUI