REGINA CARMELI 

 

  

Via Borelli, 722

55100 Monte S. Quirico (LU)    

tel/fax: 0583/330741

mail: reginacarmeli.lucca@gmail.com

http://carmelitanescalze-lucca.jimdo.com/

 

 

 



_________________________________________

La preghiera al monastero Regina Carmeli

Monte S. Quirico (LU), 23 maggio 2017

Carissimi amici,

il nostro cammino sulla preghiera inizia a sondarne le profondità e a scandirne le tappe.

Il primo moto dell’orazione è solitamente mettersi alla Presenza, davanti al Signore, prendere coscienza che è con noi e ci ascolta. Per fare questo occorre anche entrare in se stessi, fermare il flusso dei nostri vissuti per decifrarlo davanti a Lui che ci parla in essi e attraverso di essi. Come direbbe la nostra Santa Elisabetta della Trinità, è importante: «abitare la casa» di quel Dio che abita dentro di noi, al centro di noi stessi. È quanto proveremo a vivere insieme venerdì 26 maggio alle 21 nella nostra Chiesa, ritrovandoci per il secondo incontro sul cammino della preghiera.

La conoscenza di sé, la presenza a se stessi davanti a Dio è come «il pane che in questo cammino dell’orazione si deve mangiare con tutti i cibi, anche con i più delicati, e senza di esso non ci si può sostenere.» (Teresa di Gesù. V 13,5)

Vi aspettiamo per condividere questo momento!

Le vostre sorelle carmelitane scalze di Monte San Quirico

http://carmelitanescalze-lucca.jimdo.com

 

 

___________________________________________

 

 

Regina Carmeli - Monte S. Quirico (LU) 

 

Carissimi, la nostra

 

sr. Anna Maria di S. Giuseppe

 

in questa Domenica in Albis ha deposto le vesti di questa terra e ha vestito l’abito nuziale per ricongiungersi al Signore Gesù. Chiediamo la vostra preghiera.

Vi ringraziamo della vostra vicinanza fraterna che ci ha accompagnato fino ad ora. Daremo notizie per le esequie appena ci potremmo organizzare.

 

Sr. M. Elisabetta e sorelle 

 

_________________________________________

Serata di preghiera presso il monastero Regina Carmeli

Monte S. Quirico (LU), 23 marzo 2017

Pregare serve ancora? Risponde alle nostre esigenze? Cosa può dare per aiutarci ad affrontare i tempi difficili e confusi che viviamo?

Queste alcune delle domande che forse sfiorano le nostre menti, distratte, ma assetate di risposte ad interrogativi che, magari non abbiamo nemmeno il coraggio di portare a coscienza.

Così, noi monache carmelitane, sorelle di ogni donna e uomo del nostro tempo, vogliamo provare a farle emergere e ad affrontarle, con la proposta di un itinerario sulla preghiera.

In continuità con gli anni passati, abbiamo programmato una serie di incontri, che si svolgeranno nella nostra Chiesa, sul fine, le modalità, gli ostacoli che incontriamo nella preghiera, convinte che ancora ci nutra, ci cambi, dia un senso alla nostra vita. E poiché a pregare si impara pregando, dopo brevi parole che nascano dalla nostra esistenza, lasceremo un momento personale, di silenzio, per fare esperienza diretta di ciò che abbiamo ascoltato.

 

Terremo il primo incontro sulla preghiera come vita, giovedì 23 marzo, alle 21.

 Quelli successivi sulla conoscenza di sé come indispensabile momento della preghiera, la determinazione nella preghiera come amicizia, le tentazioni nella preghiera, rispettivamente: il 26 maggio, l’ 8 settembre, il 24 novembre, sempre alle 21.

Il 12 gennaio 2018, concluderemo il nostro ciclo, con un momento di condivisione fraterna e verifica.

 

L’invito a partecipare è rivolto ed estensibile a tutti!

 

________________________________________

 

NATALE CON LE MONACHE

 di Monte S. Quirico - LU

«In quell’ amore immenso

Che da entrambi proveniva,

parole ricche di grazia

il Padre diceva al Figlio…» (Romanza II)

 

San Giovanni della Croce immagina questi dialoghi eterni nel seno della Trinità: dalla creazione il Padre ci ha amati prima, molto prima di ogni nostro allontanamento, di ogni caduta. Siamo la Sposa del Figlio! Entrando nella nostra carne, poi, ci ha amati in speranza…

 

_________________________________________

 

INVITO DELLE NOSTRE MONACHE

REGINA CARMELI - Monte San Quirico, LUCCA

OTTOBRE 2016

 

Carissimi amici,

desideriamo ancora una volta fare memoria, insieme a voi, delle origini della nostra vocazione, della Santa Madre Teresa di Gesù, di cui sabato prossimo, 15 ottobre, ricorre la solennità.

Durante quest’anno santo della Misericordia più volte abbiamo ricordato e approfondito la sua umanissima esperienza di orazione: ci presenta un Dio che “punisce” le infedeltà con grazie sempre più grandi, investe di misericordia prima che cambiamo condotta, anzi, di fronte agli altri indora le nostre colpe (V 4,10):

«Quando cadevo in gravi colpe, mi era più penoso ricevere grazie che castighi. Una grazia sola mi umiliava, mi confondeva ed affliggeva più di molti travagli e malattie, perché questi li meritavo e mi pareva con essi di estinguere in parte il gran debito dei miei peccati, benché tutto fosse poco di fronte alla loro moltitudine; mentre vedermi favorita di altre grazie dopo aver tanto abusato di quelle ricevute, era per me l'indicibile tormento…Pertanto, causa di lacrime e di sdegno mi era il vedere che, nonostante quello che sentivo, ero sempre prossima a cadere, benché i miei propositi e desideri mi paressero sinceri» (V 7,19)

Questa esperienza di perdono e misericordia ci avvicina alla “più santa tra le donne e più donna tra le sante”: la auguriamo a tutti voi!

 

Il 15 ottobre celebreremo:

le Lodi alle 7:30

la Santa Messa alle 10

i Vespri alle 18

 

Vi ricordiamo inoltre che il 16 ottobre il Santo Padre celebrerà la canonizzazione di Elisabetta della Trinità: più avanti invieremo orari e date di appuntamenti per conoscere questa affascinante figura che il Signore ha donato alla Chiesa e al Carmelo. Vi anticipiamo intanto la data di una serata di ascolto (testi e musica) e preghiera: il 3 novembre alle 21, nella nostra Chiesa.

 

Grazie della fraternità!

Le vostre sorelle Carmelitane Scalze

 

 

 

_________________________________________

 

RICOMINCIANO GLI INCONTRI

dalle nostre Monache

Monte San Quirico, LUCCA

30 settembre 2016

 


Carissimi amici,

proseguiamo il nostro cammino di condivisione della preghiera.
Nel prossimo incontro desideriamo lasciarci condurre da Santa Teresa di Gesù Bambino, che ha saputo comunicare al mondo con particolare intensità il Volto misericordioso del Padre, il suo amore gratuito, preveniente i nostri poveri sforzi:
«A me sembra che il buon Dio non ha bisogno di lunghi anni per compiere in un’anima l’opera della sua misericordia: un raggio del suo cuore è sufficiente per far fiorire in un istante tutta l’eternità del proprio fiore» (LT 124)

 

Secondo la sua esperienza infatti «c’è una scienza che egli non conosce: il calcolo» … quanto è lontano dalle nostre logiche, dai meccanismi che imprigionano le nostre esistenze!
Pregheremo e rifletteremo insieme su questi temi, venerdì 30 settembre, alle 21, nella Chiesa del nostro monastero. Come sempre: siete tutti invitati!

 

_________________________________________

16 LUGLIO 2016

Solennità della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo

Monastero Regina Carmeli, Monte S. Quirico - Lucca

 

________________________________________

 

INCONTRO DI PREGHIERA con le Monache di Monte S. Quirico (LU)

 

Carissimi amici,

 

l’anno giubilare in corso ci offre l’entusiasmante occasione di scoprire come i Santi del Carmelo hanno incontrato il Volto misericordioso del Padre, diverso per ognuno, con una personalissima e particolare espressione. L’esperienza della Misericordia infatti assume in tutti noi gli accenti, i colori, le sfumature affettive della nostra personalità, della nostra storia, dei nostri desideri, delle nostre fragilità. In ciascuno, tuttavia, è amore preveniente, fedeltà e benevolenza che ci raggiungono prima di ogni nostro proposito o agire, il sentirci figli amati e prediletti senza alcun merito, senza dover versare alcuna “somma”, al di là del debito, del peccato. È quanto accade a Maria Santissima, piena di grazia, fiduciosa nel suo essere figlia e sposa amata, prima del suo assenso, colmata di Misericordia a prescindere dalla sua corrispondenza.

Così Santa Teresa d’Avila incontra un Padre il cui volto assomiglia al padre terreno, ma lo supera in bontà e misericordia, “indorando”, facendo risplendere come virtù le sue colpe, “castigando i suoi peccati con l’abbondanza dei Suoi doni” (V 4,10; 7,19).

Giovanni della Croce contempla la creazione e l’umanità come un dono infinitamente gra-

 

tuito della Misericordia che le Persone della Trinità si scambiano: patto nuziale che precede e contiene persino la Redenzione sulla Croce, non è legato quindi al nostro peccato, non è perdono, ma fiducia accordata previamente.

Ci stupisce poi la semplicità di Teresa di Gesù Bambino quando narra del Padre Misericordioso che si affretta a rimuovere l’ostacolo sulla strada del figlio, evitandogli di cadere: «Egli vuole che io l’ami perché mi ha rimesso, non molto, ma tutto. Non ha aspettato che l’ami molto come Santa Maddalena, ma ha voluto che IO SAPPIA di essere stata amata di un amore di ineffabile previdenza, affinché ora io lo ami alla follia!..» (Man. A). Vogliamo ripercorrere, insieme a chiunque vorrà condividere in nostro cammino, queste testimonianze veraci di Misericordia, in quattro incontri di preghiera che terremo nella Chiesa del nostro Monastero: il 15 aprile, l’8 luglio, il 30 settembre e il 9 dicembre, sempre alle 21.

Iniziamo il percorso venerdì 15 aprile, alle 21, contemplando il Volto che, in Teresa di Gesù, assume l’esperienza della Misericordia.

Siete tutti invitati a partecipare!

Le vostre sorelle Carmelitane Scalze di Monte San Quirico

 

 

http://carmelitanescalze-lucca.jimdo.com/

 

 


________________________________________

 

Gli AUGURI per la S. PASQUA 2016 dalle Monache di Monte S. Quirico (LU)

 

________________________________________

 

 

 

Presso il monastero "Regina Carmeli" di Monte San Quirico in Lucca, Venerdì 15 gennaio p.v. alle ore 21 si svolgerà l'ultimo degli incontri dedicati alla vita di Santa Teresa d'Avila. Siamo tutti invitati!

 

__________________________________________

 

 

 

________________________________________

 

 

 

__________________________________________

 

 

_____________________________

 

CONOSCI TERESA?

Monache di Monte San Quirico (Lucca)

13 e 15 Ottobre 2015 

 

Le monache carmelitane scalze di Monte San Quirico (Lucca), in occasione della festa di S. Teresa di Gesù e chiusura del Centenario, hanno realizzato Martedì 13 ottobre, alle ore 21 una bella iniziativa rivolta soprattutto ai giovani.

La serata offrirà a coloro che interverranno molti contributi audio e video, con tanti riferimenti agli scritti di Teresa. Giovedì 15 ottobre, alle ore 18,00 S. Messa presieduta da Mons. Arcivescovo di Lucca, Italo Castellani.

 

_____________________________

 

SETTEMBRE.....SI RIPARTE!

 Monache di Monte S. Quirico, Lucca


Carissimi amici,

dopo la pausa estiva riprendono i nostri incontri di preghiera e conoscenza dell’esperienza e del messaggio di Santa Teresa di Gesù.

Venerdì 11 settembre, alle 21:00, proviamo ad entrare nel cuore di questa grande Santa e a contemplare il suo modo di intendere l’amore, la carità verso di Dio e il prossimo.

Ci sbalordiscono le sue parole, pronunciate dalla vetta dell’esperienza mistica, la settima stanza del Castello:

«Come deve trascurare il proprio riposo l'anima che vive così unita al Signore!... Come dev'essere lontana dal desiderare d'essere stimata in qualche cosa! Sì, se ella s'intrattiene spesso con Lui, come sarebbe doveroso, finisce col dimenticare se stessa per esaurire ogni sua preoccupazione nel cercare di maggiormente contentarlo e nel conoscere in quali cose e per quali vie possa mostrargli l'amore che gli porta…Sorelle, se volete che il vostro edificio s'innalzi sopra un buon fondamento, procurate di essere le ultime e le schiave di tutte, studiando in che modo e per quali vie vi sia possibile di meglio contentare e servire le altre…Più che alla magnificenza delle opere, il Signore guarda all'amore con cui si fanno» (7M 4, 6.15)

Vi aspettiamo per condividere la nostra preghiera!

 

Le vostre sorelle Carmelitane Scalze


 _________________________________


Insieme alle nostre monache

 

LE RICREAZIONI AL CARMELO

 

Bisogna risalire alla stessa Santa Teresa d’Avila, la fondatrice del Carmelo Teresiano, per comprendere il significato delle ricreazioni nei suoi monasteri. La Santa Madre, piena di buon senso e di sano realismo, conoscendo quanto impegnativa fosse la vita da lei proposta alle sue figlie, non voleva che vivessero in eccessiva tensione e nelle sue Costituzioni cerca di dosare i diversi elementi che compongono la giornata carmelitana…..

 

Leggi di più


________________________________


 

________________________________________

 

DALLE NOSTRE SORELLE MONACHE CARMELITANE SCALZE

 

Nella sua breve visita alla nostra comunità, p. Maximiliano Herráiz, carmelitano spagnolo, uno dei lettori ed esegeti più profondi che Santa Teresa e di San Giovanni della Croce abbiano mai avuto, ci ha offerto, in tre interventi, una formidabile sintesi del nostro carisma, rintracciando il filo rosso che lega l’opera e l’esperienza teresiana. Li proponiamo al vostro ascolto.

 

Monache Carmelitane Scalze di Monte S. Quirico - Lucca

 

 

ELEMENTI ESSENZIALI DEL CARISMA TERESIANO

 

Il libretto

 

Primo intervento

Secondo intervento

Terzo intervento



 

__________________________________________

 

DALLE NOSTRE MONACHE

 

- LA VIA CRUCIS -

 

_________________________________________

 

 

___________________________________________

 

INCONTRO DALLE MONACHE CARMELITANE SCALZE DI MONTE S.QUIRICO - LU

 Venerdì 27 Febbraio 2015 ore 21

 

Il cammino di una vita

 

Continua il cammino di condivisione della preghiera, che, quest’anno, centenario della nascita di Santa Teresa, sarà dedicato alla scoperta del suo insegnamento frutto del suo percorso esistenziale di conversione. Condivideremo quindi la sua ricerca di Cristo attraverso le tappe della sua vita. Nel primo incontro di preghiera che vivremo insieme venerdì 27 febbraio, alle 21:00, presso il nostro monastero, ripercorreremo la sua infanzia, segnata dal «il più fermo proposito di non abbandonare mai il sentiero della verità». «Sempre! Sempre! Sempre» (V 1,4) il suo motto: ha bisogno non solo di dare una risposta vitale al dato di fede, ma sente l’impulso a darla con prontezza e intensità, perché appaghi la sua sete di infinito ed eterno. Questa prima esperienza religiosa che la porta a decidersi in modo impetuoso per Dio, diventerà lo specchio di tutta la sua vita e cercherà continuamente, anche durante la sua crisi adolescenziale, di ritrovare questa totalità e questo abbandono puro e gratuito.

 

Ascolta/scarica l'intervento del 27/02/2015

 

___________________________________________

 

Ma le monache non erano una razza estinta?

 

Con i tempi che corrono sembrerebbe proprio così, eppure ancora molti uomini e donne scelgono la vita monastica con il solo desiderio di portare a compimento il dono ricevuto nel Battesimo. La vita al Carmelo vuole.....

 

Visualizza/stampa articolo

 

__________________________________________

 

Capitolo elettivo della Comunità Regina Carmeli

Gennaio 2015, Monte S. Quirico, Lucca

 

Carissimi fratelli e sorelle,

diamo avviso dei risultati del Capitolo elettivo della nostra Comunità:

 

Visualizza/stampa comunicato

 

_________________________________________

 

MONASTERO Regina Carmeli

Monte S. Quirico - LUCCA


Venerdì 30 Gennaio alle ore 21 incontro di condivisione della preghiera preceduto da una catechesi su S. Teresa di P. Bruno Moriconi ocd docente alla Pontificia facoltà Teresianum di Roma

 

Vai alla pagina web delle monache

 

 _____________________________

 

FINE ANNO IN PREGHIERA

 

Regina Carmeli Monte S. Quirico- LU

 

la foto  indirizza al sito web delle monache

  

_______________________________________ 

 

LA PREGHIERA INCONTRO CON CRISTO

 Regina Carmeli Monte S. Quirico- LU

 

clicca sulla foto per essere indirizzato per il dettaglio al sito web delle monache

 

 

 

 

_________________________________________

 

 


 

Il nostro Monastero “Regina Carmeli” fa parte della Famiglia Teresiana del Commissariato dell’Italia Centrale. La Comunità vive a Monte S. Quirico dal 10 luglio 1947 ma il suo cammino “inizia da lontano” e affonda le radici nel fertile terreno della “città” di Camaiore, in Versilia. Come spesso accade, gli inizi furono umili e semplici e si svilupparono nella corrispondenza allo Spirito. È Lui che porta a compimento le opere di Dio nell’intreccio delle vicende degli uomini.

 

Raccontare la storia della Comunità, è fare memoria dell’amore del Signore che ha scelto e chiamato le sorelle che ci hanno preceduto e le ha accompagnate perché con la loro vita di preghiera fossero a servizio di tutti i fratelli. Come in una staffetta, noi oggi abbiamo ricevuto da loro il testimone: la grazia di partecipare al carisma Teresiano.

 

Con l’aiuto del Signore cerchiamo di mantenerlo vivo e di essere “fondamento per quante verranno dopo” come raccomanda S. Teresa alle sue figlie nel Libro delle Fondazioni “ Noi cominciamo ora, procurino di cominciare sempre, di bene in meglio”.La nostra storia ha inizio in Camaiore dove nel 1588 alcune giovani ebbero l’ispirazione di fondare un Monastero di clausura. La Repubblica di Lucca da cui dipendeva il territorio, concesse solo il permesso di costituire un “Conservatorio” di fanciulle povere che divenne poi “ Congregazione dei SS. Nomi di Gesù e Maria”. Dopo alcuni anni le sorelle ebbero la gioia di veder coronato il loro desiderio di fondare un Monastero.

 

Dovendo scegliere a quale Ordine appartenere, dietro ispirazione della Venerabile Consorella Sr. Cherubina dell’Agnus Dei, scelsero la regola di S. Teresa ed ottennero dal papa Urbano VIII la Bolla di erezione in data 21 novembre 1633. Il Papa però decretava che la Regola venisse adattata dal Vescovo di Lucca e il 14 maggio 1634 con la professione delle monache ebbe inizio la vita del Monastero. Negli anni che seguirono non vengono segnalati eventi di particolare rilievo fino a giungere agli anni difficili delle soppressioni. 

 

Negli anni che seguirono non vengono segnalati eventi di particolare rilievo fino a giungere agli anni difficili delle soppressioni.  Nel 1806 fu la volta di quella Napoleonica che costrinse le monache a lasciare il Monastero.

 

Varie religiose si dispersero e tornarono in famiglia, le altre dovettero recarsi a Lucca ed unirsi con altre monache. Nel 1821 la duchessa M. Luisa di Borbone concesse alle poche rimaste un ex convento a Borgo a Mozzano dove poterono riprendere la vita regolare e dove nel 1835 fu eretto il Monastero “S. Teresa”.

Nel frattempo quattro sorelle si recarono nel vecchio Monastero di Camaiore chiamate da alcune giovani che volevano farvi riprendere la vita carmelitana. Delle quattro sorelle, due si fermarono a Camaiore e due tornarono in seguito al Borgo.

 

Ma le traversie non erano terminate, infatti nel 1866 ci fu la seconda soppressione sotto il Regno d’Italia. Le giovani entrate in Monastero anche clandestinamente furono espulse, mentre le anziane poterono rimanere nello stabile, pagandone però l’affitto. Solo nel 1888 si potè riaprire il Monastero, ma in un altro edificio.

Finalmente nel 1912 l’Arcivescovo di Lucca Mons. Marchi concesse di poter seguire integralmente la regola di S. Teresa.

 

La Comunità piccola e povera, ma molto unita e desiderosa di seguire il Signore sui passi di Teresa accolse il dono con profonda riconoscenza al Signore. I pilastri del carisma di Teresa: la preghiera, la fraternità, l’amore alla Chiesa divennero sempre più il clima in cui la vocazione delle monache sbocciava e cresceva. La Comunità dopo le varie peregrinazioni aveva potuto trovare una “stabile dimora”, ma l’edificio in cui viveva era insalubre a causa della sua posizione molto vicina al fiume e a ridosso della montagna, le vicende della seconda guerra mondiale avevano anche lasciato nello stabile segni che ne compromettevano la sicurezza. Ormai si rendeva necessario e non più rinviabile un trasferimento.

 

 


 

clicca sulle immagini per la slide-show

SIAMO QUI