I laici dell’OCDS cercano di vivere il carisma carmelitano teresiano nel mondo, nella famiglia, nel lavoro e nelle circostanze normali della vita, gestendo gli impegni della vita e ordinandoli secondo gli insegnamenti di Gesù e il carisma di santa Teresa di Gesù. Seguono le orme di Teresa sull’orazione e cercano di viverla come amicizia con Dio dove si trovano, poiché «il vero amante non cessa mai d'amare e pensa sempre all'Amato» (Fondazioni 5,16).


Vivono l’amicizia nella liturgia, nell’ascolto della Parola di Dio, nei sacramenti e nella devozione alla Vergine del Carmine, modello di vita cristiana e carmelitana.

 

Potremmo dire che i secolari vivono lo spirito del Carmelo nel cuore del mondo e nel loro stato di vita arricchiscono la vita religiosa del Carmelo.

 

 

Cercano di vivere in fraterna amicizia nella Comunità che frequentano e a cui appartengono. Quest’ultima è retta da un Consiglio eletto ogni tre anni, il quale si prende cura della formazione e ammissione alle promesse. L’esercizio delle virtù umane ed il clima di fiducia nella Comunità permette la condivisione e la crescita nella carità e amicizia con il prossimo. Collaborano nell’ apostolato con la testimonianza di vita cristiana e aiutano a santificare il mondo attraverso la propria vita di fede, speranza e carità, in base ai talenti personali. 


L’Ordine Secolare ha Costituzioni proprie (2003) nelle quali è sintetizzato lo stile di vita, l’ identità, i valori e gli impegni della sequela di Gesù Cristo, nella ricerca dell’ intimità con Dio, nella comunione fraterna e nel servizio apostolico.